QMR: RIGENERAZIONE TISSUTALE

Attraverso diversi studi condotti in collaborazione col Dipartimento di Anatomia e Fisiologia Umana dell’Università di Padova, è stato riscontrato che l’energia in Risonanza Quantica Molecolare generata dal Rexon-age, quando viene trasferita su cellule in coltura, interagisce attraverso le seguenti tre vie (Si veda publicazione su “Basic and Applied Myology“):

a) Una stimolazione di tipo meccanico

b) Un’interazione elettrica a livello di membrane cellulare

c) Un’interazione di carattere biochimico che coinvolge le strutture interne alle cellule, in particolar modo il reticolo sarcoplasmatico

 

Il video mostra una singola cellula muscolare, stimolata dai campi elettrici in Risonanza Quantica Molecolare emessi dalla punta di un elettrodo.
La cellula subisce una serie di contrazioni e decontrazioni, in funzione che il campo venga attivato o spento.

Si ritiene che attraverso questa stimolazione, una sorta di “massaggio cellulare”, si vada ad agire su diverse proteine di membrana deputate a rilevare sollecitazioni di tipo meccanico, inducendole a loro volta ad agire sul metabolismo intracellulare.

“Stimolazione di tipo meccanico”

 

Nel presente video è stata invece impiegata una sonda a fluorescenza al fine di misurare le variazioni del potenziale di membrana.
Nella scala cromatica utilizzata, il colore vira dal rosso al giallo quando la sonda rileva una depolarizzazione del potenziale di membrana.

Si osserva, pertanto, che quandoil campo elettrico in Risonanza Quantica Molecolare viene attivato, il potenziale di membrana si depolarizza, per poi tornare al proprio potenziale “naturale” nel momento in cui la stimolazione in QMR viene sospesa.

“Interazione elettrica con la membrana cellulare”

 

Di nuovo, utilizzando una sonda a fluorescenza, è stata riscontrata in una cellula muscolare, la presenza di un consistente rilascio di ioni calcio da parte del reticolo sarcoplasmatico. Il rilascio avveniva nel momento in cui la cellula era stimolata dai campi elettrici in Risonanza Quantica Molecolare.

E’ importate sottolineare che il rilascio di ioni calcio è un processo di fondamentale importanza, normalmente utilizzato dalle cellule muscolari durante la loro attività.
Un aumento lento e graduale della concentrazione di ioni calcio all’interno della cellula, così come rilevato dal presente studio, costituisce senza dubbio un efficace segnale di attivazione di vie metaboliche intracellulari calcio-dipendenti.

“Interazione biochimica all’interno della struttura cellulare”

Importante: Test su colture cellulari

Ultimamente la scienza medica sta riesaminando farmaci ed apparecchiature per verificare se ci può essere qualche collegamento nello sviluppo di certe malattie di cui non si conosce ancora bene la causa scatenante.
Mentre per i farmaci vengono fatti molti test sulle cellule per verificare il tipo d’interazione, così non è per le apparecchiature a cui si sottopone il paziente per varie patologie.
Nel caso di utilizzo di apparecchiature per il trattamento di patologie muscolo-scheletriche tipo artrosi, cervicali,dolori muscolari, periartriti etc. , apparecchiature che stanno proliferando in questo contesto, è molto importante che il paziente si assicuri che sia un dispositivo medico(quindi con omologazione da organismo certificato) ed ancora più importante che siano dimostrati ed evidenziati i test fatti sulle cellule per verificare che non ci siano problemi a livello cellulare, tipo apoptosi, modifiche sui cromosomi, test sulle proteine.
Il fatto che alcuni dicano che l’apparecchiatura da loro utilizzata viene usata da molto tempo in campo clinico o che altre apparecchiature siano simili ad altre usate da tanti anni per trattare certe patologie è un discorso che non ha significato ed è sostenuto solo da incompetenti e non corretti dal punto di vista etico perché queste macchine potrebbero aver provocato certi danni alle cellule o ai tessuti biologici che non si è al momento riusciti ancora ad identificare e potrebbero comparire o essere scoperte in tempi futuri;
si veda per esempio il materiale amianto utilizzato in passato per molte applicazioni e solo da qualche anno si è scoperto la sua cancerogenicità. Ogni apparecchiatura anche se simile ad altre potrebbe avere una pericolosità intrinseca dovuta alla differenza di certi parametri non ancora identificati come pericolosi.
Quindi per la sicurezza del paziente è molto importante che siano pubblicate e quindi messe in evidenza le sperimentazioni a livello cellulare di tutte le apparecchiature che vengono utilizzate dai pazienti per il trattamento delle patologie di tipo muscolo-scheletriche e non solo per questo tipo di problematiche; questa è una condizione necessaria per controllare che l’apparecchiatura stessa sia sicura dal punto di vista clinico anche se questa è un dispositivo medico con certificazione CE… con n. di matricola, da organismo certificato in quanto viene verificata solo la sicurezza elettrica ma non quella a livello cellulare.
Quanto detto vale anche per le apparecchiature usate in campo estetico utilizzate oggi da molti operatori in molti contesti e non si rendono conto della eventuale potenziale pericolosità delle stesse.
Telea Electronic Engineering ha sempre condotto per le proprie apparecchiature medicali test sulle cellule per verificare la sicurezza delle stesse prima di metterle in commercio, investendo molti capitali e risorse; questi test sono stati fatti dall’Università di Padova e da altri laboratori certificati interessando dipartimenti specifici per verificare l’interazione sulle cellule umane.
Le prove eseguite riguardano tutte le nostre apparecchiature dal bisturi a Risonanza Molecolare Vesalius al dispositivo Rexon-age per il trattamento di patologie muscolo scheletriche e per terapia estetica e così per tutti i dispositivi Telea che stanno per essere immessi nel mercato e queste prove sono pubblicate ed evidenziate per essere a disposizione dei pazienti, dei medici e di tutte quelle persone qualificate, affidabili ed eticamente corrette che prima di sottoporre un paziente a certe apparecchiature vogliono verificare l’affidabilità e soprattutto la sicurezza che queste non provochino danni cellulari irreparabili alle persone, non verificabili immediatamente ma che potrebbero sorgere in futuro.
Tutti i nostri test sulle cellule hanno dimostrato la massima affidabilità e sicurezza di tutte le nostre apparecchiature.
Molti sistemi in commercio purtroppo non dispongono di questi test e pertanto si dovrebbe prestare la massima attenzione al loro utilizzo.

La visualizzazione del materiale informativo è riservata agli operatori sanitari ed è disciplinata dal D.M. 23 febbraio 2006, dal D. Lgs. 219/2006 e in generale dal D. Lgs. 46/97 (così come modificato dal Decreto Legislativo 25 gennaio 2010 n.37).

 

Chiudendo il popup si dichiara di essere professionisti del settore medico e abilitati a visionarne i contenuti

 

Non sono un professionista >>>